mercoledì 25 febbraio 2015

pizza Paola con lievito madre e poco stress



pizza Paola con lievito madre 
e poco stress

Molti/e cultrici della pasta madre stanno trasformando le loro cucine in un laboratorio: controllano la temperatura e l'umidità delle loro cucine dove non alloggiano più semplici frullatori ma food processor, i forni sono alimentati a energia nucleare e dotati di pietre refrattarie importate dal pianeta Venere.

Io non amo l'eccessiva precisione, mi fa perdere un po' il gusto della sperimentazione e la mia creatività si spegne. Il lievito madre poi era il lievito delle nostre nonne anzi, forse sarebbe meglio dire delle bis-nonne, quindi non riesco a coniugare la sua genuinità, con tutto questo tecnicismo. 

Io lo uso come il lievito di birra rispetto le regole del rinfresco ma con le proporzioni non sono rigida, ne uso più o meno un etto, un pezzo grande come una bella albicocca e se non lievita in due ore lieviterà in tre.
Faccio una lunga lievitazione, lenta, nel frigo e la mia vita prosegue. Non mi metto sveglie per controllare se l'impasto è raddoppiato, nè mi faccio tabelle con orari e lievitazioni, scusate ma così non mi diverto. 
Il mio metodo sarà cialtrone, lo ammetto,  ma visto che il risultato al palato non mi dispiace continuo così a prenderla allegramente.


INGREDIENTI
300ml di acqua
100gr di pasta madre rinfrescata
1 cucchiaino di miele
1 cucchiaino e 1/2 di sale fino
400gr di farine (100 manitoba, 100 semola rimacinata e il resto farina 00) ovviamente molino Spadoni
1 lenticchia di lievito di birra

prima sciolgo la pasta madre nell'acqua (metà) e poi aggiungo tutti gli altri ingredienti. Il sale per ultimo!
L'acqua va dosata ad occhio, io tengo l'impasto un po' molle e lo faccio incordare bene con l'impastatrice. Poi copro con la pellicola e metto in frigo x almeno 18 ore, ma se ci sta un po' di più non succede niente!. Tolgo dal frigo, lascio a temperatura ambiente per circa 4 ore poi stendo condisco e mangio. Temperatura del forno almeno 200°

domenica 22 febbraio 2015

torta di mele



Per Re-Cake 2.0 la torta di febbraio è la TORTA DI MELE, NOCCIOLE E AVENA

Un plumcake perfetto per il tè delle cinque. Dolcissimo e morbidissimo che vi consiglio ma con qualche piccola modifica rispetto all'originale

105 gr di farina di riso
50 gr di farina di nocciola
60 gr di farina di avena
2 cucchiai di crusca di avena
1 bustina di lievito per dolci (per me metà)
cannella e zenzero 1/2 cucchiaino ciascuno
3 uova medie (per me 2)
150 gr zucchero di canna
125 ml di latticello (yogurt + latte + mezzo limone)
125 ml olio di oliva (io preferisco mais o riso)
vaniglia (secondo me inutile perchè sovrastata da tutti gli altri aromi)
3 mele a fettine
50 gr di nocciole tritate per la decorazione finale (per me troppe ho fatto ad occhio e non le ho tritate ma tagliate a pezzettoni)


Preriscaldare il forno a 180°
foderare una teglia con carta forno
in una ciotola amalgamare tutti gli ingredienti secchi tranne lo zucchero
in un'altra ciotola sbattere uova, zucchero, latticello, vaniglia, olio
amalgamare ingredienti umidi e secchi
versare l'impasto nella tortiera e disporre le mele tagliate a fettine sottili in cima, decorare con i fiocchi di avena e le nocciole
cuocere circa per 45 minuti ma tenete d'occhio!
quando la sfornate attenzione perchè molto fragile

E' una torta deliziosa perfetta con il tè del pomeriggio




https://www.facebook.com/groups/1532062697054772/

sabato 21 febbraio 2015

TIRAMISU'



TIRAMISU' 
 con Uova Pastorizzate
 Ricetta di Montersino



Qualcuno ha detto: "Avere un ospite significa occuparsi della sua felicità, per tutto il tempo che trascorrerà nella nostra casa". In questo tiramisù le uova NON sono crude ma pastorizzate, significa che sono più sane!


Ingredienti:
savoiardi di buona qualità o 125 g di pan di spagna fatto in casa (io savoiardi)
caffè nero bollente
87g di tuorlo (circa 5)
170g di zucchero zefiro
50g di acqua
250g panna fresca da montare
250g mascarpone
1 stecca vaniglia
indispensabile un termometro da cucina

1) Preparare almeno 3 moke da tre
2) Montare la panna e metterla in frigo
3) Preparare lo zucchero liquido mettendo a cuocere (in un pentolino con il fondo alto) lo zucchero e sopra l'acqua. Cuocere finchè non arriva a 121°, non uno di piu'!
4) Quando lo zucchero è a metà cottura iniziare a montare i tuorli con la vaniglia
5) 121°? perfetto versare lo zucchero liquido a filo mentre la planetaria continua a montare i tuorli e farla andare al massimo finchè la bacinella non sarà tornata fredda. L'uovo diventerà chiarissimo e bello gonfio.
6) Aggiungere,all'uovo montato, il mascarpone,  poi la panna montata cercando di non smontare troppo.
7) Bagnare i biscotti nel caffè e coprirli con la crema al mascarpone. A me sono venuti 2 strati di biscotti in una teglia grande da lasagne.
8) Nell'ultimo strato mi piace aggiungere delle gocce di cioccolato fondente. Poi metto in frigo per almeno 8 ore.
9) Prima di servire spolvero con il cacao amaro e poi mi ci tuffo dentro!

mercoledì 18 febbraio 2015

la pasta madre come mantenerla


Piccolo promemoria per mantenere
 il lievito madre 

Premessa ci sono molti  modi per mantenere il lievito madre, diverse tecniche, diverse farine... questo è quello che uso io.

Per una conservazione in frigo di 5 giorni, usa sempre manitoba  di buona qualità.

No all’ acqua minerale meglio acqua del rubinetto FREDDA, d’estate tenetela in frigo 

Contenitori di vetro con tappo ermetico



ma la cosa più importante per mantenere vivo e vitale il lievito madre è il rinfresco che va effettuato almeno ogni 5 giorni

Il rinfresco :

Tiriamo fuori dal frigorifero la pasta madre e lasciamola a temperatura ambiente per un paio di ore. Eliminiamo circa un dito di strato superiore dove si è formata una specie di crosta un po' secca.

1)Pesiamo la pasta madre “pulita” (senza strati esterni)




2)misuriamo la farina deve avere lo stesso peso della pasta madre (214gr)


3)misuriamo l'acqua fredda: deve avere metà del peso della pasta madre  (107gr)





Mettiamo la pasta madre e l'acqua nell'impastatrice (gancio K) e facciamo andare la macchina finchè non si sarà completamente sciolta nell'acqua. Se non avete l'impastatrice usate le mani o il minipimer a bassa velocità.

Poi aggiungiamo la farina -meglio se setacciata- lavoriamo con il gancio per gli impasti, o a mano.



Adesso che abbiamo nutrito la pasta madre, lasciamola un paio di ore a temperatura ambiente e poi rimettiamola in frigorifero. 
Se invece ci serve per preparare qualche cosa dividiamola in due: una pallina sarà la madre, l'altra la figlia. La madre andrà in un barattolo e poi in frigorifero, la figlia sarà pronta per essere usata.





la pasta madre è pronta per essere usata quando è raddoppiata













Pan brioche Senza Impasto e pasta madre

Pan brioche Senza Impasto

Ingredienti:
250 gr. di farina manitoba
80 gr. di burro fuso freddo
70 gr. di latte intero circa 
Pasta madre circa 70 gr
2 uova intere medie
70 gr di zucchero
10 gr. di miele 
i semini di ½ bacca di vaniglia 
1 pizzico di sale
tuorlo e latte per spennellare 
scorza d'arancia e limone grattugiata variabili a gusto! 

Procedimento:
Sciogliamo il lievito nel latte. 
In una ciotola mettiamo le uova, il latte con il lievito, il miele, sale e il burro fuso, la vaniglia miscelata allo zucchero e  amalgamate
Unire la farina setacciata e mescolare 
Ho lasciato a temperatura ambiente per circa 2 ore poi ho fatto le pieghe da 3 aiutandomi con un tarocco e un po' di farina perchè l'impasto è piuttosto morbido e umido.
Fatte le pieghe rimettiamo l'impasto nella teglia che userete per cuocere il dolce  e trasferiamo in frigo per un minimo di 24 ore ed un max di 48. Coperto da pellicola!
Prima di infornare spennellate la superficie con un po' di latte e ho aggiunto dei granelli di zucchero 
Cottura:
Forno preriscaldato a 170° in modalità ventilato per circa 40 minuti. 
Una volta cotta lasciatela raffreddare su una griglia.


spaccio pasta madre



Una nuova pasta madre, per una nuova casa

venerdì 13 febbraio 2015

torta al cioccolato senza farina




Se siete alla ricerca di un dolce ricco, cioccolatoso, goloso questo è perfetto, la ricetta di Nigella regina di tutti i golosi è una garanzia!
Gli ingredienti sono disponibili in quasi tutte le dispense di casa, sono semplici ma sapranno trasformasi in qualcosa di magico, mi raccomando usate un cioccolato di prima qualità, e attenzione ai tempi di cottura! Questa torta deve rimanere morbida e umida, insomma preparetela e amatevi!



Ingredienti per una teglia da 23 cm:
250gr di cioccolato fondente di ottima qualità
125 gr di burro
6 uova intere
175 gr di zucchero


per decorare panna montata

Se non volete rischiare di rompere la torta usate una teglia da forno in ceramica così non dovrete spostarla su un piatto di portata

Fondere nel microonde la cioccolata, usate la tecnica accendi e spegni per non rovinare la cioccolata. Oppure, metodo più lungo, ma con meno rischi, sciogliere il cioccolato a bagno maria mescolando sempre. Appena il cioccolato sarà sciolto aggiungete il burro a tocchetti e mescolate finchè non si sarà completamente sciolto.

Montate 2 uova intere e 4 tuorli con 75 gr di zucchero. A parte montate gli altri albumi con 100 gr di zucchero .


Lasciate leggermente raffreddare il cioccolato e poi aggiungete  alle uova montate il cioccolato fuso. Attenzione a questa fase aggiungete il cioccolato lentamente e mischiate con una spatola dal basso verso l'alto, i due composti devono miscelarsi ma non smontarsi. A questo punto aggiungete a cucchiaiate gli albumi montati.
Mescolate con la spatola dal basso verso l'alto, non insistete troppo alle prime cucchiaiate se tutti gli albumi non si sono miscelati all'impasto vedrete che si mescoleranno sempre più facilmente man mano che l'impasto al cioccolato prenderà una consistenza sempre più simile a quella degli albumi montati.

A questo punto versare l'impasto in una teglia (dai bordi alti) rivestita con carta forno.


Cuocete a 180° statico per circa 35 minuti. 
Attenzione la torta è senza farina quindi rimarrà umida all'interno, non preoccupatevi nemmeno se appena pronta sarà molto gonfia. l'impasto è ricco di uova quindi come un soufflé in cottura lieviterà poi raffreddandosi si abbasserà e la superficie assumerà l'aspetto  craquelè. 


Servitela appena tiepida con un ciuffo di panna semi-montata e buona serata!



giovedì 12 febbraio 2015

Parker House Rolls panini americani

Parker House Rolls 

soffici panini burrosi. Meravigliosi tiepidi, ma anche freddi non sono niente male. Questa è la forma "classica" con la forma a a piega che si apre da è per essere guarnita come più vi piace (per questo sono perfetti per una cena in piedi!), ma sul web ho trovato molte altre versioni anche la classica a paninetto.
Ingredienti:
200 g di burro
300 ml di latte
3 cucchiai di zucchero
2 cucchiai di sale
2 uova intere
700 g di farina (circa)
120 g di pasta madre rinfrescata e bella attiva
un po' di burro fuso
una teglia rettangolare 24x32
una rotella taglia pasta
pennello

mischiare i liquidi e le uova e poi aggiungere la pasta madre e la farina un po' alla volta regolarsi via via con la farina impastare finchè non è più appiccicoso e lasciare lievitare per una mezzora. Riprendere il panetto stenderlo a rettangolo e tagliare dei rettangolini. Dovrebbero venire 6 rettangolini sul lato lungo e 3 su quello corto.
Spennellare con burro fuso e piegare ogni rettangolino a metà e poi metterli in fila (leggermente sovrapposti) nella teglia imburrata. Fare lievitare e al raddoppio cuocere in forno caldo 200° fino a doratura circa 30 minuti.


e con questa ricetta partecipo a #paneamore 






mercoledì 11 febbraio 2015

         avete visto la mia pagina facebook?

https://www.facebook.com/BlogDiCucinaEPronto

cupcakes al cioccolato (ricetta originale)

Tutta 'sta mania dei cupcakes proprio non la riuscivo a capire, tutti quelli che assaggiavo o che provavo a cucinare erano spugnosi e poco saporiti, ma da quando ho questo fantastico libricino di Sale&Pepe "Buon Appetito America" (Laurel Evans) ho finalmente gustato dei buonissimi cupcakes.

150 g di farina
150 g di zucchero
2 cucchiaini di lievito per dolci
un pizzico di sale
50 gr di cacao amaro
110 gr di burro a temperatura ambiente
2 uova grandi a temperatura ambiente
120 ml di latte
un cucchiaino di essenza di vaniglia o mezza bacca di vaniglia

1) mescolare le polveri
2) montare il burro con lo zucchero
3) unire al burro montato un uovo alla volta
4) unire il burro e le uova (circa 1/3) con la farina e lavorarli bene
5) alternare ingredienti secchi e umidi terminando con quelli secchi
6) riempire circa 12 stampini da muffin cuocere a 180° per circa 20 minuti

Con la stessa base (senza il cacao) si possono fare anche alla vaniglia, e da lì partire con la fantasia. 

Se volete un frosting potete usare creme al burro, al formaggio, panna montata, io non li amo particolarmente, perciò mi limito allo zucchero a velo però per San Valentino  un ciuffetto di panna con qualche zuccherino a cuoricino ci starebbe proprio bene!



#muffin #cupcke #sanvalentino

martedì 10 febbraio 2015

Gnocchi versione senza patate e senza uova

Gnocchi all'acqua e farina, versione alternativa dei soliti gnocchi di patate.  
Questa versione è un po' carnevalesca, colorata, voi fateli come preferite!

Per le mie amiche che mi hanno chiesto di spiegare per bene le ricette cercherò di essere molto chiara, ma questo piatto è veramente molto, molto facile unica abilità richiesta è avere maneggiato il das o il didò. 
Insomma li sapete fare dei serpentini? 
Se la risposta è sì, allora sapete fare anche i gnocchetti!

Rispetto a quelli fatti con le patate hanno il grandissimo vantaggio di poterli preparare con un po' di anticipo, anche la loro preparazione è molto veloce. L'impasto è facile da maneggiare e anche chi non si è mai cimentato con gli gnocchi non avrà problemi. 
Provateli subito, sono un piatto dell'ultimo minuto! conditeli come più vi piace e non temete non sono delle palline gommose, anzi sarete stupiti dalla loro morbidezza!




















1 scaldi acqua e olio un pizzichino di sale
2 quando bolle butta dentro la farina gira gira diventa una palla, girala con un cucchiaio di legno per un minuto, ignora i grumi.
3 metti la palla sul tavolo infarinato, impasta finchè non è bello liscio
4 fai serpentini e tagliali
5 cuoci come la pasta quando galleggiano sono cotti
6 condisci
7 mangia

difficile????? e allora dai che .... è pronto!











sabato 7 febbraio 2015

TARTE TATIN ALLE MELE


TARTE TATIN ALLE MELE: 

devo assolutamente comprare una teglia più adatta purtroppo non è venuto il caramello, ma... la torta era DIVINA e molto più facile del previsto.
Basta un disco di pasta brisè, 7/8 mele meglio aciduline, burro e zucchero. A presto con infinite varianti che mi sono già venute in mente! 
Attenzione avete notato che è un#dolcesenzauova?
Ingredienti:
350 gr di pasta brisè,
100 gr di zucchero,
3 o 4 mele meglio quelle verdi
burro e zucchero qb per imburrare la teglie e fare caramello.

Imburrare abbondantemente una teglia che possa stare sul gas e anche in forno. Aggiungere lo zucchero e farne un caramello biondo.

Appena pronto togliere dal gas e aggiungere le mele tagliate in 4 pezzi. Disporre le mele per tutta la tortiera, non dovrebbero rimanere spazi vuoti quindi mettetele ben vicine tra loro. Bisogna farne 2 piani, tra un piano e l'altro si può aggiungere qualche fiocco di burro e un po' di zucchero.

Lasciate cuocere qualche minuto sul gas e poi mettete un disco di brisè a coprire tutte le mele. Stendetelo sottile circa 3 o 4 mm e come fosse un lenzuolo "rimboccatela" tutto intorno alla teglia, infilandola nel bordo.

Cuoce in forno per circa 20/30 minuti a 160°. Impiattare appena cotta: appoggiate un piatto da portata sulla torta poi giratela. Se la torta è riuscita nessuna mela dovrebbe rimanere sul fondo della teglia.

Servite tiepida, con una pallina di gelato io con un cucchiaio di panna semimontata e un pizzico di cannella.



mercoledì 4 febbraio 2015

lunedì 2 febbraio 2015

crepes al profumo di arancia




Festa della Candelora, una festa molto sentita in Francia, giorno in cui si mangiano le crêpes, piatto semplice ma dalle varianti fantasiose, sia nella versione dolce, sia salata.







250 gr di latte
125 gr di farina 00
1 uovo grande (75gr)
2 tuorli medi (25)
15 gr di zucchero che secondo me si può evitare se poi le farcite con marmellata
25 gr di burro fuso

se volete farle al profumo di arancia basta spolverarle di zucchero e all'ultimo spruzzarle con il succo di una arancia