martedì 4 novembre 2014

Lasagna Rustica autunnale a le Gruyere DOP





Con questo piatto partecipo a #noiCHEESEamo, un gustosissimo contest ideato da Formaggi dalla Svizzera e Peperoni e Patate.    
Per questa ricetta, pensata con prodotti di stagione, ho scelto Le Gruyere DOP per il suo gusto unico che si sposa magnificamente alla dolcezza della zucca.
Le Gruyere  DOP nasce nell'omonima regione Svizzera, naturalmente senza lattosio, senza conservanti, nè additivi. Prodotto con latte crudo svizzero e stagionato per almeno 5 mesi. 
Mi raccomando però non confondetelo con il suo "cugino" Emmentaler. Le Gruyere è molto saporito e a pasta dura, L'Emmentaler - invece - è a pasta morbida e con i famosissimi buchi !!!


Lasagna Rustica autunnale a le Gruyere

Questa lasagna racchiude il meglio dell'autunno: colori e profumi evocano boschi che si colorano, pioggia che lucida le foglie... Il dolce della zucca e l'aroma di latte di montagna con quel retro gusto lievemente amarognolo di fieno...

un piatto per coccolarsi


Ingredienti per la sfoglia

Farina semi-integrale: 200gr
Farina 0: 150gr
Semola rimacinata: 150
Uova: 5
Olio: un cucchiaio
sale: un pizzico
Preparare la pasta all'uovo impastando la farina con le uova e l'olio. Tirate le sfoglie e tagliatele del formato più adatto alla vostra teglia.

Per il ragù di salsiccia: 

preparare un ragù di salsiccia è molto semplice basterà cuocerla in una padella appena unta accompagnata da un rametto di rosmarino.


Cuocete anche la zucca tagliandola a dadini e facendola saltare in padella con olio e cipolla.

Besciamella al Gruyer: per mezzo litro di salsa sciogliere 50 gr di burro con 50 gr di farina, cuocere fino a coloritura. A quel punto aggiungere 1/2 litro di latte caldo e mescolare con la frusta per evitare che si formino dei grumi. Appena pronta aggiungere abbondante Gruyer. 



Scottate le sfoglie e adagiatele nella teglia condite ogni strato con un po' di zucca, e di ragù di salsiccia abbondate pure con la besciamella al Gruyer!!! Passate in forno a 180° fino a doratura. 




Nessun commento:

Posta un commento