mercoledì 15 ottobre 2014

PANE FACILISSIMO AI SEMI DI LINO

Barbara (www.myitaliansmorgasbord.com e   Sandra  (www.sonoiosandra.blogspot.com

ma chi sono??????????? sono le fervide menti che si nascondono dietro le mitiche raccolte di panissimo e questa volta partecipo anche io!

 la raccolta di panissimo di Ottobre la trovate da  
                               Degustibus Itinera





ecco il mio contributo: 

PANE FACILISSIMO AI SEMI DI LINO


Pane facilissimo perchè ho voluto sperimentare un preparato per pane, una di quelle buste dove la farina è già miscelata ai semi e bisogna aggiungere acqua e lievito, insomma una sorta di torta cameo ma di pane. Beh! non è così facile come sembra almeno con la pasta madre, il primo tentativo è stata una suola da scarpe, al secondo mi sono affidata all'intuito (o all'esperienza?) e ho fatto a modo mio. Risultato: ottimo direi!

Ingredienti 500 gr di farina miscelata ai semi
300 gr circa di acqua fredda
1 cucchiaino di malto d'orzo
100 gr di pasta di madre 
2 cucchiai di manitoba
1 cucchiaino scarso di sale 

fase 1 sciogliere il lievito nell'acqua con il malto (3/4 del totale) e poi aggiungere la farina

fase 2 incordare, regolare di acqua o (nel mio caso) di farina per questo ho aggiunto due cucchiai di manitoba, ci vorrà un po' per fortuna hanno inventato l'impastatrice!

fase 3 prima lievitazione (a temperatura ambiente 1 ora) poi in frigorifero io di solito lo lascio almeno 12 ore

fase 4 2° lievitazione fuori dal frigo a 28° circa (forno con lucina accesa) per circa 4 ore però qui bisogna un po' regolarsi ad occhio l'impasto è molto ricco di semi perciò fa un po' fatica ad "alzarsi"

cottura circa 60': 20 minuti  forno ventilato al max con un po' d'acqua per fare vapore. Io metto la teglia del pane in mezzo, nel livello sottostante lascio l'altra teglia del forno e ci verso una tazza di acqua mentre il forno raggiunge la temperatura si crea un po' di vapore.
tempo restante a 200° è pronto quando bussando sotto fa un suono come di vuoto.
lasciare raffreddare in forno con lo sportello un po' aperto e tagliare solo quando sarà perfettamente freddo.

2 commenti:

  1. Grazie Paola per la tua ricetta, le cose semplici sono le più buone!
    A presto, un caro saluto
    Maria Teresa

    RispondiElimina
  2. intanto grazie per la "mitica" anche se mitica non mi ci sento ma i complimenti fanno sempre piacere (vanitosa io!!!) e poi grazie per aver osato affidarti all'istinto: niente di meglio cara mia!
    grazie e ti aspettiamo ancora per questo mese e per i prossimi!
    coccodèèèèè
    Sandra

    RispondiElimina