venerdì 27 settembre 2013

cannoli siciliani

tempo grigio e bigio un pensiero alle vacanze.... una ricetta che non so se farò mai... nel frattempo me l'appunto qui Cannoli siciliani

  • 300 g di farina setacciata
  • 10 g di zucchero semolato
  • 1/2 bicchiere di marsala
  • 1 pizzico di sale
  • Zucchero a velo
  • Olio di arachidi per friggere
  • 500 g di ricotta 
  • 200 g di zucchero a velo
  • 100 g di canditi, a dadini
  • 100 g digocce di cioccolato fondente
  • vaniglia 
  • 1 pizzico di cannella in polvere
  • un po' di latte
Preparazione:
  1. Disporre la farina a fontana su una spianatoia e versare al centro il marsala; aggiungere lo zucchero semolato e una presa di sale, quindi lavorare bene il tutto così da ottenere un impasto piuttosto solido
  2. Formare una palla, poi avvolgerla in un panno e far riposare per 2 ore
  3. Trascorso questo tempo, stendere la pasta in una sfoglia piuttosto sottile (circa 4 mm di spessore), tagliarla a quadrati di 10 cm di lato e avvolgerli intorno agli appositi cannelli di alluminio o acciaio
  4. Portare l’olio a temperatura piuttosto elevata e tuffare i cannelli ricoperti di pasta
  5. Sgocciolare i cannoli quando saranno ben cotti e uniformemente dorati e farli raffreddare
  6. Preparare il ripieno: amalgamare la ricotta con lo zucchero usando una forchetta; bagnarla con qualche goccia di latte così da rendere la crema morbida e vellutata, quindi aromatizzare con lavanillina e la cannella
  7. Incorporare alla preparazione anche i canditi e il cioccolato
  8. Riempire gli involucri di pasta ormai freddi con la crema ottenuta, spolverizzarli di zucchero a velo, decorare a piacere con ciliegie candite o granella di pistacchio

i più buoni cannoli del mondo li ho mangiati in aeroporto andando qui....non sono caraibi, ma FAVIGNANA!!!!

mercoledì 25 settembre 2013

castagnaccio

castagnaccio....torta tra le più povere, forse nemmeno una torta...sicuramente qualche cosa di antico difficilmente restaurabile, insomma o ti piace o la odi senza mezzi termini.

Ingredienti:
500 gr di farina di castagne
700 gr di acqua (più o meno)
4 cucchiai di olio
rametti di rosmarino

varianti:
pinoli, noci, uvetta, scorze d'arancia, liquori vari

Procedimento: miscelare l'acqua alla farina e la metà dell'olio. Mettere in una teglia foderata di carta forno, aggiungere l'olio, che dovrà lucidare il castagnaccio, una manciata di pinoli e qualche ago di rosmarino.

Tradizionalmente si serve freddo tagliato a losanghe io ci accompagno anche un vino dolce.
e anche oggi....è subito autunno

martedì 24 settembre 2013

bagnacauda a modo mio




un classico rivisitato nel tentativo di rendere questa salsa un po' più light.

Io procedo così:
sbollento un po' di aglio nel latte freddo. Appena bolle spegno cambio il latte ri-bollitura, ricambio del latte, almeno 3 volte.
Quanto aglio? io ne uso pochissimo 1 fesa per ogni ospite, ma voi regolatevi a seconda del vostro gusto.

Una volta preparato l'aglio, sciolgo 4 acciughine sottolio in un padellino di coccio a cui poi aggiungo del latte (con questa dose almeno 1/4 di bicchiere) e l'aglio cotto. Faccio cuocere a temperatura bassissima finché non diventa una cremina.

La bagna cauda si porta in tavola caldissima io la uso per condire verdure cotte dal gusto un po' forte come scarola o cavolfiore.

E con questa ricettina do il via alle ricette dell'autunno.

lunedì 16 settembre 2013

Torta autunnale con le pere e senza uova



Torta autunnale con le pere e senza uova


Torta dell'autunno da servire tiepida

250 gr di farina 00
160 gr di zucchero di canna (tenerne da parte 2 cucchiai)
200 gr di burro a pomata (tenere da parte un pezzetto) 
4 dl di latte
1 bustina di lievito
il succo di 1 limone
5/6 pere 
un po' di cannella

tagliare le pere e bagnarle con il succo di limone.
Mettere un pezzetto di burro (circa 50 gr) nella teglia e lasciarlo fondere nel forno a 180°.
Intanto preparare l'impasto miscelando nella planetaria tutti gli ingredienti, il risultato sarà simile a una pastella. Il burro messo in forno dovrebbe essersi sciolto distribuirlo nella teglia e rovesciarci  tutto in una volta l'impasto e poi sopra di questo le pere. Prima di rimettere nel forno spolverizzare la torta con i due cucchiai di zucchero tenuti da parte ai quali avrete aggiunto della cannella secondo quanto vi piace, io ne metto pochissima.

cuoce a 180° in circa 40 minuti. E' perfetta il giorno dopo appena tiepida