mercoledì 25 febbraio 2015

pizza Paola con lievito madre e poco stress



pizza Paola con lievito madre 
e poco stress

Molti/e cultrici della pasta madre stanno trasformando le loro cucine in un laboratorio: controllano la temperatura e l'umidità delle loro cucine dove non alloggiano più semplici frullatori ma food processor, i forni sono alimentati a energia nucleare e dotati di pietre refrattarie importate dal pianeta Venere.

Io non amo l'eccessiva precisione, mi fa perdere un po' il gusto della sperimentazione e la mia creatività si spegne. Il lievito madre poi era il lievito delle nostre nonne anzi, forse sarebbe meglio dire delle bis-nonne, quindi non riesco a coniugare la sua genuinità, con tutto questo tecnicismo. 

Io lo uso come il lievito di birra rispetto le regole del rinfresco ma con le proporzioni non sono rigida, ne uso più o meno un etto, un pezzo grande come una bella albicocca e se non lievita in due ore lieviterà in tre.
Faccio una lunga lievitazione, lenta, nel frigo e la mia vita prosegue. Non mi metto sveglie per controllare se l'impasto è raddoppiato, nè mi faccio tabelle con orari e lievitazioni, scusate ma così non mi diverto. 
Il mio metodo sarà cialtrone, lo ammetto,  ma visto che il risultato al palato non mi dispiace continuo così a prenderla allegramente.


INGREDIENTI
300ml di acqua
100gr di pasta madre rinfrescata
1 cucchiaino di miele
1 cucchiaino e 1/2 di sale fino
400gr di farine (100 manitoba, 100 semola rimacinata e il resto farina 00) ovviamente molino Spadoni
1 lenticchia di lievito di birra

prima sciolgo la pasta madre nell'acqua (metà) e poi aggiungo tutti gli altri ingredienti. Il sale per ultimo!
L'acqua va dosata ad occhio, io tengo l'impasto un po' molle e lo faccio incordare bene con l'impastatrice. Poi copro con la pellicola e metto in frigo x almeno 18 ore, ma se ci sta un po' di più non succede niente!. Tolgo dal frigo, lascio a temperatura ambiente per circa 4 ore poi stendo condisco e mangio. Temperatura del forno almeno 200°

6 commenti:

  1. Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

    RispondiElimina
  2. Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

    RispondiElimina
  3. Ciao Paola, deliziosa questa pizza che porta il tuo nome!
    La sig.ra Pina mi ha detto che fai tutto con il lievito madre, sei bravissima!
    Un abbraccio Laura *_*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie laura sei troppo buona se vuoi te ne preparo un barattolino

      Elimina
    2. Si sarebbe bellissimo, però fammi sapere cosa devo darti per il disturbo!
      Cosa devo fare per tenerlo?Ti ringrazio tantissimo sei meravigliosa! Un abbraccio e buon week end! Laura♡♡♡

      Elimina
  4. laura la pasta madre si regala, così come una volte le donne se la passavano per preparare il pane se non hai fretta dovremmo organizzare uno spaccio con una associazione, della mia zona con spiegazioni per rinfresco e mantenimento, non mi ricordo dove abiti io sono in valcuvia

    RispondiElimina