lunedì 12 dicembre 2011

che aspettate a partecipare al giochino? Non serve una ricetta da gourmet bastano qualcosa di semplice di famigliare basta il CUORE!!!!

venerdì 2 dicembre 2011

Gioco di Natale BUON NATALE DI TUTTO CUORE




E' Natale, è tempo di pensare a chi vogliamo bene. Spesso un regalo (non importa se piccolo o grande) nasconde parole o sentimenti che ci tentiamo a comunicare:
"grazie!" oppure "è bello essere tuo amico"
"non ci vediamo spesso, ma ti sono sempre vicino"...

E' per questo che questo periodo dell'anno è così speciale.

A volte un regalo preparato con le nostre mani è in grado di trasmettere il nostro affetto meglio di qualsiasi altra cosa che possiamo comprare.

Un regalo preparato nelle nostre cucine conserva l'attenzione con cui l'abbiamo scelto, la dolcezza con cui l'abbiamo impastato e il calore del cuore con cui l'abbiamo cucinato.

E voi cosa cucinate per dire
 BUON NATALE con il cuore?
Cucinalo,Raccontalo e Fotografalo e Vinci


Regole:

Questa sfida si propone come un gioco, non sono in palio premi stratosferici, ma un oggetto carino per le vostre cucine

La giuria che sceglierà il vincitore o la vincitrice sarà composta da me, spero vi basti!!!

Il gioco durerà per tutto il periodo delle feste quindi terminerà con l'arrivo della befana.

Non sarà necessario iscriversi al mio blog a patto non vi interessi davvero.

Come sempre chi vorrà partecipare dovrà fare un post con il logo del gioco e diffondere il più possibile la notizia: più siamo meglio è!

Allora pronti? VIA!


giovedì 1 dicembre 2011

risotto mantovano



Risotto buonissimo ma è necessario trovare la salamella mantovana altrimenti invece di un piatto principesco vi ritroverete con uno adatto alle sorellastre di Cenerentola.
La semplicità di questo piatto è assoluta, fondamentali è la qualità degli ingredienti:

riso carnaroli
salsiccia mantovana (1 a persona)
parmigiano/grana


Mentre il riso bolle basta sgranare la salsiccia in una padella, la nonna ci metteva un po' di olio (io sporco appena la padella). Appena il riso è pronto scolarlo nel colapasta e poi mischiarlo alla salsiccia. Aggiungere abbondante formaggio grattuggiato e basta.

non solo ricette...calendario dell'avvento



Invece del solito calendario dell'avvento quest'anno ho preparato un bel bosco e sotto ogni albero... beh! questa è una sorpresa!!!!

martedì 29 novembre 2011

tortino di acciughe




Acciughe scongelate e avanzate....che faccio di fritte ne ho mangiate abbastanza e sono troppo poche per fare da secondo a due persone...

Ingredienti
filetti di acciuga
patate bollite
pomodori secchi
capperi
olive
prezzemolo
olio
pane grattato

Ho bollito le patate e le ho tagliate a fettine sottili. Ho unto degli stampini monodose e li ho impanati con il pan grattato.
Ho riempito i bordi dello stampino con le patate creando una sorta di cestino che ho riempito a strati: un con l'acciuga, l'altro con la fettina di patata e i pomodorini con l'oliva e i capperi. Ho terminato con la patata una bella oliata e 10 minuti di forno bollente per fare scrocchiare le patate.

idee per natale



Non tanto una ricetta ma un idea per Natale un albero di palline brioscine. In pratica sono delle monoporzioni di Angelica delle sorelle Simili farcite con Nutella (quelle con la granella) e con marmellata (quelle glassate). Carine vero?

lunedì 28 novembre 2011

http://cappuccinoandcornetto.blogspot.com/



bellissima idea!!!! e come trattenersi dal partecipare???????
di foto ne avrei mille, tanti sono i miei luoghi dell'anima


Questo è il mio paesino, il luogo dove ho scelto di vivere e dove non mi sono trovata a vivere. Questa è la foto del primo inverno trascorso qui, un anno con delle  nevicate magiche !!!!

mercoledì 23 novembre 2011

Bracioline alla senape CONTEST DI NATALE?




Eccovi uno dei miei piatti preferiti: semplice, ma d'effetto. Con un impiattamento carino sarebbe anche perfetto per il pranzo di Natale!
Io qui l'ho fotografato semplice semplice, non avevo ancora avuto questa strana idea su un contets di Natale Low Cost. Ovviamente nella mia infinita incertezza prima di dare il via alla cosa ho bisogno del vostro aiuto: cosa ne pensate? E' una idea assurda? ma qualcuno mi risponderà mai?
DUBBI DUBBI DUBBI e intanto non ho spiegato l'idea!
pensavo a un contest di ricette carine, adatte al pranzo o alla cena di Natale ma assolutamente low cost.



Ingredienti
braciole di maiale
burro
senape in grani
panna
sale e pepe
una fetta di pane tipo ciabatta

per il contorno
patate
cavolfiore
uovo
pangrattato
sale e pepe


Dopo avere sciolto una noce di burro in padella cuocio la carne prima a fuoco bello vivo e poi più delicato. Le tolgo dalla pentola quando sono appena sono cotte e le tengo al caldo nella stagnola. Intanto aggiungo al fondo di cottura un paio di cucchiai di panna e un cucchiaino (o più a seconda dei gusti) di senape in grani.
Servo la carne appoggiata sopra la fetta di pane leggermente abbrustolita e ben coperta di sughetto. In questa foto l'ho accompagnata a delle quenelle di patate e cavolfiore. 

martedì 22 novembre 2011

MAL DI GOLA???? GUARISCI CON LE ACCIUGHE!


Non so per quale ragione ma si dice che le acciughe facciano molto bene alla gola specie se infiammata, si dice anche che i cantanti lirici prima di andare in scena per favorire il buon canto mangino un bel panino acciughe e marmellata... che schifo!!!! Comunque sia, io credo che in ogni leggenda un pizzichino di verità ci sia sempre e così vi propongo il sughetto più veloce del mondo che non occupa troppo mentre si è distrutti dall'influenza, ha un sapore bello deciso che si percepisce anche con il naso super tappato e, non per ultimo, io lo trovo anche molto buono e quando si è malati ci vogliono solo cose buone!

Ingredienti
spaghetti ( il top sarebbero alla chitarra fatti in casa)
olio
acciughe sott'olio
un pizzico di prezzemolo
una fesa d'aglio (antibiotiotico naturale!!!)


Mentre cuoce la pasta sciogli 2/3 acciughe in una padella con olio e aglio (io lo lascio in camicia).
Scola la pasta al dente e conserva un po' dell'acqua di cottura.
Finisci di cuocere il padella, aggiungi il pizzico di prezzemolo porta in tavola e GUARISCI!!!!

mercoledì 9 novembre 2011

CREMA DI ZUCCA


Una zuppettina facile facile, ma molto riscaldante per le giornate di pioggia e poi con quel bel colore... mette subito allegria!
La mia versione è la seguente:

Ingredienti a occhio
olio
cipolla sedano e carota
zucca
patata
peperoncino fresco
timo/salvia

per i crostini:
pane tipo pugliese a dadini
olio
formaggio grattuggiato (io ho usato del grana, ma andrebbe bene qualsiasi formaggio un po' stagionato)

Procedimento
soffriggo sedano carote e cipolla con il timo e la salvia, poi aggiungo la patata a tocchetti e la zucca (sempre e solo mantovana, le altre non mi piacciono, ma è solo la mia opinione).
Faccio saltare il tutto un paio di minuti e poi aggiungo acqua e sale.
Questa volta ho aggiunto anche un peperoncino fresco e... devo dire che quel certo pizzicorino in più...proprio ci voleva!!!
Cuoce in circa 30 minuti e poi passo tutto al minipimer.
i crostini li preparo al micronde (versione J-Oliver). Taglio il pane a dadini e lo condisco con un filo d'olio. Significa che con le mani lo condisco come se fosse insalata. Poi ci gratto sopra abbondante formaggio e passo al crisp. FANTASTICO!!!!!

giovedì 3 novembre 2011

LE STREGHE SONO TORNATE

 







 













LE STREGHE SONO TORNATE!!!!
Cena di Halloween con bambini e con una streghetta molto dispettosa...
ebbene sì, mi sono dovuta ricredere, le streghe esistono e il ritornello dolcetto o scherzetto non va preso alla leggera!!! Questo ponte di halloween, o meglio,  "dei morti" (siamo italiani) me ne sono capitate di tutti i colori! Persino Tommy, dall'alto della sua esperienza di bambino di 5 anni, non riusciva a capacitarsi di una tale sfortuna! prima di leggere armatevi di uno scacciaguai.......fatto? allora proseguite pure. Insomma 4 giorni di festa un sacco di inviti e da giorni penso a cosa preparare, alla fine mi decido con la torta pipistrello di tempo di cottura . Mi sveglio presto per preparare tutto e la torta mi cade dalla griglia del forno e cade a testa in giù sul pavimento distruggendosi in mille pezzi! Iniziamo bene a un ora dal pranzo dove eravamo invitati la torta pipistrello si suicida sul pavimento.
A voi è mai capitato???
La mattina dopo metto gli occhiali (sono cieca come una talpa) e trovo una lente spaccata esattamente nel mezzo.
Ma allora qualcuno mi ha fatto il malocchio?!
Per fortuna tutto è bene ciò che finisce bene e le sfortune come sono arrivate se ne sono andate e qualcosa di buono sono riuscita a prepararlo e a postarlo.

GNOCCHI DI ZUCCA
1,200 di patate
una piccola zucca mantovana
300 gr circa di farina 00
sale

Io procedo così: cucino al vapore le patate (Gialle tipo bologna) e la zucca invece la cuocio a fette nel forno a 200°. Quando sono ancora bollenti e rischiando l'ustione, passo patate e zucca nello schiacciapatate. Aggiungo un bel pizzico di sale e la farina.
Impasto velocemente e poi preparo gli gnocchi che per questa occasione ho condito  con 2 sughetti diversi.
Primo sughetto un semplicissimo ragù di salsiccia.
Secondo sughetto "alla medioevo" Burro e Salvia a cui aggiungo cannella, noce moscata e pepe.


Per la Torta pipistrello vi rimando al sito http://www.tempodicottura.it/

venerdì 21 ottobre 2011

aridajie con la pasta fresca

 
Secondo tentativo di pasta fresca, questa volta sono stata molto più brava e ho letto un bel po'  prima di lanciarmi nell'impresa. Il risultato è stato degno di nota e allora ve lo posto, lasciando alla sola immaginazione tutti gli altri tentativi fallimentari.

Ingredienti
2 uova
2 hg circa di farina 1/2 bianca 00 e 1/2 Kamut
un cucchiaio di olio
un pizzicotto di sale fino
e tanto tanto tanto olio di gomito
un goccio di acqua

Procedimento
Fare una fontana con la farina, al centro rompere le uova il sale e l'olio e iniziare a lavorare con la forchetta facendo dei cerchi in modo da incorporare poca farina alla volta. Adesso inizia il bello bisogna iniziare a lavorare con le mani impastando, impastando, e impastando ancora. Ho dovuto aggiungere un po' di acqua all'impasto perchè era diventato durissimo, credo perchè la farina aveva assorbito tutti i liquidi, la prossima volta credo che userò 2 uova e un tuorlo.
Alla fine si è formata una palla abbastanza liscia che ho avvolto nella pellicola e ho lasciato riposare sotto una insalatiera per una mezzoretta.
Altra fase super faticosa: stendere sottilmente, con il mattarello, tutto l'impasto. Devo dire che è un bell'esercizio per le braccia e la schiena, ma rispetto alla prima volta che l'ho fatto è stato quasi un gioco da ragazzi!

Ho condito con un ragù bello sostanzioso fatto con manzo e salsiccia che ha reso felici gli uomini di casa!





























mercoledì 12 ottobre 2011

ricetta n°3 PENNUCCE AI SAPORI D'AUTUNNO


ricetta n°3 PENNUCCE AI SAPORI D'AUTUNNO


L'autunno non vuole proprio arrivare, ma la voglia di cibi più confortanti e da climi freddi è inarrestabile e come non potrebbe esserlo? Qui è un tripudio di castagnate, polente, festa della zucca e chi più ne ha più ne metta!
Eccovi la mia versione dell'autunno

Ingredienti (tutti a occhio)
Zucca Mantovana
Salsiccia
Funghi secchi
Salvia e rosmarino
Peperoncino fresco
Olio sale e pepe


Saltare la zucca tagliata a pezzettini insieme alla salvia, al rosmarino e a un pezzettino di peperoncino fresco.
Per portarla a cottura aggiungere un pochino di acqua calda e sale. Quando sarà quasi pronta aggiungere i funghi e la salsiccia lasciata a tocchettini.
Quando sarà pronta la pasta saltare tutto insieme aggiungendo un pochino di acqua di cottura se la zucca dovesse essere molto asciutta.

BUON APPETITO!

martedì 11 ottobre 2011

UNA AMICA HA INIZIATO UNA NUOVA GOLOSA ATTIVITA'...

La Corte del Fauno
vi invita alla 2° degustazione gastronomica organizzata alla
Locanda del Glicine Antico
Castello Cabiaglio Varese
sabato 15 ottobre a cena e domenica 16 ottobre a pranzo
Menù
Antipasto
Tagliere di salumi nostrani
Tagliere di formaggi e miele delle nostre valli
Piatto forte
Bocconcini di cinghiale al nebbiolo
Polenta nostrana
e.......
Polenta concia
Dolce
Strudel della casa
Caffè
Il menù è comprensivo di acqua gassata/naturale - vino rosso della casa

€ 30,00 cad.
solo su prenotazione
Per informazioni:
Simona 339/15.23.797
info@lacortedelfauno.it - www.lacortedelfauno.it

lunedì 10 ottobre 2011

RICETTA N°2 FUSILLI ALLA CREMA DI PEPERONI GIALLI

E per il secondo formato di pasta mi sono ispirata a uno dei miei ortaggi preferiti. Ricetta salva mamma: pronta nel tempo di cuocere la pasta!

Ingredienti:
Peperoni gialli
cipolla
robiola
grana
olio
sale

tagliare la cipolla (io vado a occhio scusate!) a pezzettini piccoli piccoli e farla imbiondire in olio evo. Aggiungere i peperoni tagliati a pezzetti e stufare aggiungendo un po' di acqua quando serve.Quando saranni cotti bisognerà semplicemente frullarli e aggiungere un po' di robiola, una bella grattuggiata di formaggio grana.
Io ho rimesso tutto nella padella e nella cremina ho saltato la pasta che così ha assorbito quel poco di umidità del sughetto che è diventato cremosissimo.


domenica 9 ottobre 2011

CONTEST RICETTA N°1 ORECCHIETTE

ORECCHIETTE  AL PESTO DI MARE RICETTA NUMERO PER IL CONTEST:

PRIMA

E DOPO!




INGREDIENTI:

orecchiette
gamberetti, salmone, totani...
zucchine
pinoli
pesto


Ricetta semplicissima, ma di sicuro effetto!
Basta saltare in padella con aglio (io lo lascio in camicia e poi lo tolgo a metà cottura) e olio le zucchine, quando sono quasi cotte aggiungo il pesce tagliato a pezzettini e lo lascio cuocere per pochissimi minuti.
Quando la pasta è pronta la salto nella padella con le zucchine e il pesce e aggiungo un bel cucchiaio di pesto e qualche pinolo.
BUON APPETITO!

martedì 20 settembre 2011

cavolfiori gratinati


Un cavolfiore del supermercato... senza sapore se non quello di preannunciare l'autunno. Bollito, ovvero il top della tristezza!!!
Basta con queste critiche è una verdurina che fa molto bene e qui bisogna diventare grandi e allora??? Proviamo con la besciamella e già che ci siamo finiamo anche quel prosciutto avanzato così diventa un piatto unico. Brava la mamma quando deve risparmiare fatica è un vero asso!

Ingredienti
cavolfiore
latte 1/2 litro
50 gr di farina
50 gr di burro
sale pepe e noce moscata
prosciutto avanzato e tritato
cacio cavallo (dolce)

Mentre il cavolfiore cuoce a vapore nella pentola a pressione (sempre per il risparmio di tempo di cui sopra) preparo la besciamella.
Io metto burro e farina insieme in una pentola anti aderente, poi il sale e gli aromi e, dopo un paio di minuti, tutto il latte. La ricetta dice di aggiungerlo caldo, ma io spesso lo metto freddo e l'unico inconveniente che trovo è che ci mette solo un po' di più a solidificarsi, mai fatto grumi.
Perciò fate come vi pare basta avere una frusta o un minipimer!
Fiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiii ecco è pronta la verdura, scolala e mettila in una tortiera imburrata. Alla besciamella  ho aggiunto il prosciutto avanzato e ho rovesciato tutto sopra la verdura  e per fargli fare un po' di crosticina ho provveduto a una generosa grattuggiata di caciocavallo dolce.
Ho gratinato con il crisp del microonde per circa 12 minuti.

Veloce ma non light lo so, ma che dire... di qualche cosa si dovrà pure morire!

ps
Come volevasi dimostare ho già iniziato a trasgredire i miei buoni propositi, visto? e voi ci state riuscendo?

martedì 13 settembre 2011

cous cous dei buoni propositi

Settembre, tempo di riflessioni e dei mille buoni propositi per l'anno lavorativo/scolastico che sta per iniziare.
I miei? Come sempre numerosi e, come sempre, dureranno fino a ottobre... con il freddo tendo a diventare indulgente con me stessa, mi faccio delle concessioni, che, nel giro di pochissimo, non sono più l'eccezione, ma la regola!
Torniamo a noi uno dei mille buoni propositi riguarda la dieta...strano per una che ha arredato una cucina anche nel cyber spazio (metti che ti veniva un certo languorino...) !
Allora smettiamo di divagare proposito 1: dieta più sana = meno carne e meno carboidrati, più frutta e verdura. E allora eccovi il mio veggy cous cous. Lo so che il cous cous è un carboidrato ma è così piccolo che con mezza tazza ti ci riempi il piatto e così anche l'occhio è accontentato!

Ingredienti:
Verdure miste tagliate in piccoli pezzi (io ho usato carote, piselli, cipolle, pomodori, zucchine e peperoni volevo metterci un po' di ceci, ma purtroppo stranamente erano finiti...)
un po' di peperoncino
olio sale e pepe


Ho saltato le verdure e le ho portate a cottura con un po' di acqua, intanto ho portato a bollore una tazza di acqua salata alla quale ho aggiunto della curcuma e un filo di olio.

A raggiunto bollore ho buttato a fontana il cous cous e poi ho spento e lasciato coperto.

Intanto le verdure erano pronte e le ho sistemate alla marocchina: una montagna di cous cous in centro e tutto intorno le mie belle verdurine.
Bello e buono.


martedì 6 settembre 2011

TORTA PACCHETTO REGALO

TANTI AUGURI A TE, TANTI AUGURI A TE, TANTI AUGURI A TE... E LA TORTA A ME


UN DOLCE PENSIERINO A CHI HA PARTECIPATO
NON GUARDATE LA MAMMA PLEASE MA I RICCI DI CIOCCOLATO!

Siamo rientrati, ma riprendere i ritmi di casa non è stato semplicissimo ... forse, e dico forse, ci piaceva di più l'atmosfera rilassata della montagna?
Mah! Solo oggi riesco a  postare le foto del compleanno del Tom (29/7).
Le foto sono pessime, sorry! Il marito non ha ancora capito che alle signore dei blog interessano i primi piani dei piatti non della mamma!!! Comunque spero che riusciate a capirci qualche cosa e magari a trovare qualche idea carina da copiare, io ovviamente ho scopiazzato in diversi blog che ringrazio per avermi fatto fare una bella figura.


TORTA PACCHETTO REGALO
grazie per la ricetta al blog di Amoreena, e per l'idea della decorazione alla Disney!
http://familyfun.go.com/


Ingredienti:
200 gr di farina 00
250 di zucchero
75 di cacao
450 di latte intero
40 gr di olio vegetale non evo io ho usato arachidi
una bustina di lievito

per una torta grande come la mia che ho cotto in una teglia da lasagne bisogna raddoppiare le dosi

Preparazione:

Basta miscelare le farine con i liquidi mischiando bene fino ad ottenere una specie di pastella.
Versare in una teglia foderata di carta forno per facilitare anche l'uscita e cuocere a 180° per circa 40 minuti.

Decorazione:
Per evitare smontamenti di panna, problemi di conservazione al caldo ecc... ho usato un prodotto confezionato della PaneAngeli che non ricordo come si chiama qualcosa come bianconeve. Si monta con un po' di latte è subito pronto e soprattutto regge il caldo e il trasporto, niente male!
Una volta splamato il bianco su tutta la torta ho creato la carta regalo semplicemente con degli smarties colorati e al centro ho messo un bel fiocco di nastro, ovviamente, rosso!


Un riccio è scappato dal bosco!
(torta di compleanno un po' pungente)                           http://www.tempodicottura.it/

Ingredienti:
Dosi per almeno 10 bambini:
200 gr di burro morbido
250 gr di biscotti secchi
4 tuorli
100 gr di cacao amaro
150 gr di zucchero a velo

Per la decorazione della mamma riccio grissini ricoperti di cioccolato per gli aculei e caramelline per gli occhi e il naso. Per i bambini riccio invece gli aculei sono fatti con pinoli.

Procedimento:
Io ho preferito sterilizzare i tuorli, per farlo ho montato tuorli e lo zucchero sciolto con un paio di cucchiai di acqua fino a circa 120°, in pratica prima che diventi caramello.
Ho poi aggiunto i biscotti rotti, il burro e il cacao. Vi consiglio di farlo con le mani ma porteggetele con un bel paio di guanti o avrete le unghie color cioccolato!

E' un dolce che piace a tutti, si può preparalo con il festeggiato e si conserva anche in frizer. Meglio di così!

Tommy che rompe i biscotti conoscete un metodo migliore?

domenica 7 agosto 2011

SI PARTE!!!!

Siamo in partenza! Finalmente ne abbiamo proprio bisogno!
Speriamo che il tempo sia clemente (saremo a quota 1600), che le gite siano tutte belle, di rilassarci, di stare bene insieme!
Vi lascio con un giochino...

"GIOCHINO DI AGOSTO: LA CUCINA IN VALIGIA"

Sono sicura di non essere l'unica pazza che quando prepara le valige per le vacanze si porta sempre anche qualche accessorio di cucina. A me serve perchè così mi sento più tranquilla, ho le mie cosine, posso fare i miei pranzetti... Di solito oltre alla tovaglia e a qualche strofinaccio mi porto anche la grattugia o la caffettiera, soprattutto se vado all'estero. Se potessi mi porterei un coltello che taglia (perchè non ci sono mai coltelli decenti nelle case che affitti?) il tagliere (altro oggetto misterioso) lo scolapasta che si appoggia nel lavandino non quell'attrezzo inutile con manico! una bella pentola grande per cucinare la pasta e la mitica pentola a pressione. Insomma mi porterei la mia cucina, forse dovrei farmi la valigia come i cuochi a domicilio... o forse devo tornare dall'analista sono troppo insicura e non tollero la separazione?

Va beh! tutto questo per rigirare al mondo dei food-blogger la stessa domanda: cosa mettete della vostra cucina nella valigia?
Non vedo l'ora di leggere le vostre risposte, intanto vi saluto e vi auguro BUONE VACANZE!!!

martedì 19 luglio 2011

pac man? No, torta alle pesche!

Per una dieta sana ed equilibrata si raccomandano 5 porzioni di frutta e verdura al giorno, a casa mia non è sempre facile raggiungere questo obiettivo, ma, da quando ho scoperto questa torta, il consumo di frutta è aumentato e la colazione è più leggera e più sana.
La torta è facilissima e anche piuttosto leggera. Si prepara in 5 minuti ed è perfetta per l'estate perchè è molto fresca.

Ingredienti
500 gr di frutta a pezzettoni (nella foto pesche noci gialle)
100 gr di zucchero
50 gr di burro a pomata
1 uovo
un po' di latte
1/2 bustina di lievito

Per prima cosa bisogna tagliare la frutta a pezzettoni. Poi basta sbattere l'uovo con lo zucchero e aggiungere un po' alla volta il burro morbido e la farina setacciata. Al bisogno aggiungere il latte, deve risultare come una pastella. Per ultimo si aggiunge il lievito.

L'impasto deve essere rovesciato in una teglia protetta dalla carta forno e sopra va versata la frutta.

In formo a 180° per circa 30 minuti.

Attenzione alla frutta se molto umida i quantitativi di farina e i tempi di cottura andrebbero regolati di conseguenza. Io anche con le pesche ho usato le stesse dosi della ricetta e la torta era buonissima!

lunedì 18 luglio 2011









Scorci cabiagliesi.
Nonostante la pioggia, a tratti battente, non ci siamo arresi e armati di ombrelli abbiamo visitato il nostro paesello e incredibile  a dirsi siamo riusciti a trovare qualchecosa di nuovo che ci ha piacevolmente stupito come quetso soffitto del 1700.
Oggi non una ricetta, ma l'orgoglio per il mio paesello



Da IL GIORNALE


venerdì 15 luglio 2011, 17:51 "Conosci Castello Cabiaglio": un libro sull'antico borgo nel Varesotto

di Massimo Colombo


Sabato 16 luglio sarà presentato il volume, a cura dell'Associazione Culturale Gruppo Ronchelli, sulla storia e sull'arte del villaggio nel Parco del Sacro Monte

L'Associazione Culturale Gruppo Ronchelli di Castello Cabiaglio (stupendo borgo nella suggestiva cornice del parco del Sacro Monte, sopra Varese), costituitasi nel 1994 con l'obiettivo di realizzare il completo recupero dell'Oratorio di San Carlo, presenta sabato 16 luglio 2011 il volume "Conosci Castello Cabiaglio. Luogo di piccoli incanti, arte e natura" con la partecipazione del professor Giuseppe Armocida. Il libro (testi di Rossi Diego presidente dell'Associazione, illustrazioni di Lou Beeren), è stato realizzato con il contributo dell'Amministrazione comunale e della Provincia di Varese che hanno supportato l'iniziativa.

L'evento si inserisce nella prima giornata della manifestazione che si svolgerà nel cuore dell'antico borgo sabato 16 e domenica 17 luglio dal tema "Artisti e artigiani si raccontano".

Nei cortili e nelle dimore storiche, artisti nati o legati a Castello Cabiaglio esporranno alcune delle loro opere e gli artigiani locali apriranno i propri laboratori per mostrare i segreti dei loro mestieri. Sarà l'occasione per visitare gli angoli più caratteristici del paese, gli stucchi, i decori, gli elementi architettonici, gli stemmi e fregi delle antiche famiglie signorili ancora presenti in alcune case private del centro storico, oltre ai bellissimi itinerari naturalistici.

Le origini di Castello Cabiaglio, denominato "Cabiaglio" sino alla fine del 1939, che a decorrere dal 1940 ha ripreso la denominazione propria e più antica di "Comune di Castello Cabiaglio", documentata in un manoscritto datato 1821 sul quale appare il timbro della Comune che reca questa denominazione, risalgono all'epoca delle popolazioni celtiche, in particolare Insubri, che svilupparono la ormai nota civiltà di Golasecca. Partendo dalla storia, il volume realizzato si prefigge di rappresentare dai tempi più lontani sino ad oggi l'evoluzione del paese con lo scopo di raccontare ai suoi abitanti e soprattutto alle generazioni più giovani, le proprie radici. Questo avviene scorrendo le tre parti del libro: la storia; la visita del paese - resa in forma di escursione guidata nelle case e nei cortili che conservano i segni delle dimore signorili dell'epoca (casa Leoni, casa Stella-Brioschi, casa Rossi, casa De Rubeis, casa Salvini, Villa Pozzi Gili, per citarne alcune), nelle chiese, nei resti delle antiche ceramiche, nelle vie del piccolo borgo antico, nelle cappelle della devozione popolare, nei luoghi panoramici; infine usi, costumi e toponomastica, che raccontano come la vita del paese si sia trasformata nel tempo, riflettendosi anche sulla struttura urbanistica e sull'uso del territorio.

La presentazione avrà luogo alle ore 18 di sabato 16 luglio presso l'Oratorio di San Carlo, piazza IV Novembre, Castello Cabiaglio (VA).

scorci cabiagliesi

Il camino del B&B Il Glicine antico

gli stucchi di Cabiaglio sempre al B&B (1800)



Vicolo dei Filarmonici