domenica 8 novembre 2009

gnocchi di zucca


finalmente siamo guariti!!!! tra qualche anno potremo dire "l'abbiamo avuta anche noi!" Sto parlando della ormai mitica influenza suina, niente di che solo un gran febbrone e una spossatezza infinita che mi aveva tolto persino la fame (non mi era mai capitato!!!!). Comunque adesso madre e figlio sono guariti e abbiamo festeggiato con un bel piattone di gnocchi alla zucca.
Non ho dosi esatte perchè è una di quelle ricette che bisogna fare ad occhio e che necessita di una certa esperienza e anche di un pizzico di fortuna. Se la zucca è troppo ricca di acqua potrebbe rovinare tutto l'impasto, aggiungere troppa farina renderebbe i gnocchi della stessa consistenza della gomma da cancellare quindi quello che vi racconto è il mio "arrangiamento" .
Ingredienti
zucca mantovana circa 1/2 Kg
patate bologna circa 1 Kg
1 o 2 uova
farina 00
sale pepe noce moscata
burro
salvia
timo
taglio la zucca a fettine e la cuocio in forno a 180° lascio la buccia che aiuterà la polpa a rimanere morbida e che una volta cotta si taglierà in un baleno.
Mentre la zucca cuoce lesso le patate a vapore.
Quando zucca e patate sono pronte mentre sono ancora bollenti le schiaccio con lo schiaccia patate e aggiungo sale, noce moscata e un uovo e circa 200 gr di farina.
L'impasto rimarrà piuttosto morbido e appiccicoso ma abbastanza lavorabile per fare gli gnocchi.
Io preparo una specie di serpente, poi taglio dei pezzettini di circa 2 cm e li passo sopra i denti della forchetta si creano così delle righine che trattengono meglio il sugo.
Gli gnocchi si cuociono in abbondante acqua salata (più salata di quella della pasta per via della zucca e della patata che sono di natura piuttosto dolci). Quando galleggiano basta aspettare qualche secondo prima di raccoglierli con un mestolo forato. Io li condisco semplicemente con burro fuso aromatizzato con salvia, timo e rosmarino che trovo creino la combinazione perfetta e una generosa spolverata di grana padano.