martedì 21 aprile 2009

Pain au chocolat: ovvero come ti riciclo l'uovo di pasqua


Da Sale & Pepe di Aprile 2004

200gr di cioccolato dell'uovo di Pasqua
500 gr Farina (Manitoba)
1 bustina di lievito di birra in polvere
2,5 dl di latte (intero fresco)
60 gr di zucchero macinato fine
250 gr di burro morbido
10 gr di sale

1 tuorlo per la doratura

in una ciotola versare la farina con il lievito il latte tiepido e lo zucchero e mescolare aggiungere il sale e impastare per almeno 5 minuti fino ad ottenere una pasta soffice ed omogenea. Io ho usato un impastatore elettrico ed è stato molto più veloce.
Coprire con la pellicola e lasciare lievitare in un ambiente abbastanza caldo, dovrebbe raddoppiare di volume in circa 1 ora.

Unire all'impasto lievitato il burro tagliato a tocchetti morbido ma non a pomata.
Lavorare finchè non sarà nuovamente morbido e liscio.
Stendere con il mattarello una sfoglia di circa 1/2 cm e tagliare dei rettangoli di circa 8x12.
Mettere al centro dei pezzettini di uovo e piegare le due metà della pasta sopra il cioccolato facendo attenzione a chiudere bene il lati.
Lasciare lievitare altri 30 minuti sulla placca coperta con carta forno. Spennellare con il tuorlo e infornare in forno caldo a 220° per circa 15 minuti.

Risultato di Paola: ottimo!!! sono buonissimi anche se non proprio dietetici. Il giorno dopo risultano un po' asciutti ma basta scaldarle un attimo che tornano una meraviglia! In effetti mangiate fredde non sono la stessa cosa perchè il cioccolato si rapprende invece mordere e trovare quel cuore caldo e cioccolatoso....
Ho provato a congelarli e scongelarli per la colazione e dopo la scaldatina erano assolutamente fantastici!!!!
Li ho provati anche alla marlellata e non erano così speciali, ma sempre meglio delle brioches confezionate che come vi ho già raccontato da qualche mese sono state bandite da casa.

Nessun commento:

Posta un commento